pubblicizzare studio legale

Pubblicità Avvocati: La Guida Definitiva

Avvocato, in questo articolo troverai una guida passo a passo riguardante la pubblicità per avvocati.
Noi di PromozioneAvvocato.it aiutiamo lo Studio Legale e l’Avvocato a promuoversi sul web.

Se sei un Avvocato e vuoi farti pubblicità esistono 3 step fondamentali da seguire:

  1. il posizionamento
  2. la pubblicità online
  3. il rispetto del codice deontologico forense.

Questi step sono molto importanti e ti faranno risparmiare un mucchio di tempo e di denaro in marketing e pubblicità senza senso.
I primi due step sono da rispettare in ordine temporale perché in genere l’avvocato si fa subito pubblicità, ma non si focalizza su un punto ben specifico per promuoversi.
Vediamo insieme questi 3 step che ti faranno diventare il N.1 del tuo settore.

Pubblicità Avvocati: il Posizionamento

pubblicità avvocati

Per uno studio legale o un avvocato è fondamentale individuare un target specifico di persone con un problema specifico realmente esistente.
La maggior parte degli Avvocati in Italia sono e fanno i generalisti.

Noi di PromozioneAvvocato.it non consigliamo (soprattutto agli inizi) di essere specializzati, ma di iniziare a comunicare la propria specializzazione, specie online.
Capisci cosa intendo? Sei un avvocato generalista, giusto?
La via del successo è la specializzazione, giusto?
Cosa devi fare ora? Trovare la tua specializzazione e comunicarla al mondo intero. Fine.

Questo è, in linea molto generale, il posizionamento.
Quindi lavorativamente parlando continua a fare quello che stavi facendo ma inizia a trovare la tua specializzazione.
E come fai a trovare la tua specializzazione? Analizzando il mercato competitivo.

Se ti sei disperso nei meandri delle varie specializzazioni non temere, puoi tranquillamente contattarci per farti aiutare.
Un consiglio: invece di cercare quello che sei, cerca quello che non sei e non vorresti fare.
Fidati, aiuta!

Lo sai qual è l’Errore N.1 che compie circa il 90% degli Avvocati in Italia? 
Ho preparato per te una video-lezione totalmente gratuita dove ti spiego qual è questo errore gravissimo che compie la maggior parte degli Avvocati in Italia

Analizza il Tuo Mercato Competitivo

Per trovare efficacemente il tuo posizionamento, devi fermarti un attimo e domandarti:

  • Ma cosa pensano i miei potenziali clienti dei miei colleghi che fanno il mio stesso lavoro?
  • Cosa pensano invece di me?

La pubblicità per avvocati è davvero efficace se fatta nel modo giusto.
Non puoi permetterti passi falsi. Quello che pensa il tuo pubblico è fondamentale. Puoi farti aiutare anche dalle recensioni.

Fatto questo, devi studiare i tuoi colleghi-competitor per capire se c’è spazio dove tu vorresti competere.
Ti faccio un esempio così ci capiamo meglio. Ipotizziamo che tu sia un Avvocato di Torino e vorresti specializzarti nel Penale.
Quindi la parola che vuoi impossessarti è: “Avvocato Penalista Torino”
Come specializzazione va benissimo.
In questo caso specifico stiamo parlando di un local-focus ovvero la tua specializzazione (diritto penale) geograficamente limitata (Torino).
Ora, quello che devi fare capire se ci sono già degli altri avvocati che si posizionano nella mente dei vostri clienti per quella parola lì ovvero “avvocato penalista torino”.

Se nella mente dei tuoi potenziali clienti quando dico la parola “avvocato penalista torino” non pensano a te ma a qualcun altro, questo è un problema.

E sai perché? Perché in genere le persone vanno dal leader di mercato.

E se il leader di mercato non sei tu, il nostro consiglio è di cambiare categoria.
Ci sono molte nicchie là fuori. Cerca e scova una nicchia che sia profittevole ma soprattutto libera.

C’è chi si è specializzato come Avvocato della Cittadinanza Italiana, chi come esperto in esperto in GDPR e così via.

Diventa Leader di una Categoria (anche piccola)

Ricorda: non devi per forza prendere una grande categoria, basta anche una categoria piccola.
Meglio essere un pesce grande in uno stagno piccolo che un piccolo pesce in un oceano. Non farti mangiare dagli squali.

L’obiettivo del posizionamento è far sì che tu diventi leader di una categoria specifica.
Quando dico la parola “crema spalmabile al cioccolato” cosa pensi? Alla Nutella, giusto?
E quando dico la parola “scarpa che respira”? Alla Geox, corretto?

Ecco, tu devi far così!
Cercare e scovare una categoria che sia libera dagli avvocati.

Ti svelo un segreto: la maggior parte degli avvocati in Italia sono generalisti perché vogliono fare tutto.
Quando parlo con i tuoi colleghi, la maggior parte mi elenca 15 attività in cui sono “specializzati”.
Ma come fanno essere specializzati in 15 attività?
Tutto significa niente.

Ora che hai capito che il segreto del successo per un Avvocato è il posizionamento, non hai più nulla di cui temere.
La pubblicità per avvocati si vince posizionandosi in modo efficace nel mercato.

Devi Creare una Brand

Il lavoro che abbiamo svolto con lo Studio Legale Tosi & Sacchi è stato proprio questo.
Impossessarsi di una parola “libera” nella mente del potenziale cliente.

Ci siamo voluti impossessare della parola “avvocato della cittadinanza italiana”.
Dopo anni di “repetiat iuvant” ci siamo riusciti.

Per creare una brand ci vuole tempo.
Semini oggi, raccoglierai domani.
Ma domani raccoglierai talmente tanti frutti che dovrai ingozzarti di macedonie notte e dì.

Diventa utile e rilevante per un pubblico definito.

  • Chi è il tuo target?
  • Di cosa ha bisogno?
  • Qual è il suo bisogno/problema più grande?
  • In che modo potresti aiutarlo?

E’ la qualità delle domande che genera la qualità delle risposte, non il contrario.
Condizione sine qua non.

Se hai deciso di diventare il N.1 del tuo Settore e comunicarlo al mondo intero, fissa con noi un call gratuita.

La Pubblicità Online per gli Avvocati

pubblicizzare studio legale

Una volta creato il tuo posizionamento, lo devi comunicare.
Il 2° step è la pubblicità su Internet.

Utilizzando gli strumenti digitali che abbiamo a disposizione, crea una rilevanza intorno a te che ti farà diventare col tempo autorevole in una specifica materia.

Regola n.1: non utilizzare Internet per promuoverti o proclamarti il migliore.
Utilizza Internet per informare il tuo pubblico.
Crea contenuto utile e interessante per il tuo pubblico target.

In questa guida non tratteremo di brochure, volantini o telefonate a freddo ai clienti.

Sono contro il codice deontologico forense e non interessano il modus operandi di PromozioneAvvocato.it

La pubblicità su Internet costa meno, ti genera maggior risultato con minor sforzo e soprattutto è misurabile.

Utilizzando la pubblicità online riesci a testare quello che funziona da quello che non funziona, riesci quindi ad aggiustare il tiro.

Le 3 Regole d’Oro del Sistema Pubblicitario di PromozioneAvvocato

Regola N.1

Se vuoi essere il N.1 del tuo settore devi essere in grado di creare almeno 7 ore di contenuto.
Che tipologie di contenuto? Immagini, video, articoli vanno benissimo.
Un volta creati questi contenuti dove li dovrai inserire?

Regola N.2

Crea e aggiorna costantemente almeno 7 punti di contatto.
Il punto di contatto è dove ti trova il potenziale cliente su Internet.

Ti può trovare su Facebook, su LinkedIn, su Google, su Youtube, su un altro sito web che parla di te ecc
Questi sono tutti punti di contatto.

Se vuoi fare pubblicità seriamente quello che devi fare è intrattenere almeno 7 ore il tuo pubblico in almeno 7 punti di contatto diversi.
Fai un lista di quali sono gli argomenti più utili e interessanti per i tuoi potenziali clienti.

Essere presente in più “luoghi” virtuali fa tutta la differenza del mondo.
Questo perché il cliente prima di scegliere te e contattarti compie diverse azioni.

Non sempre ti sceglie al primo colpo.
Devi essere presente ovunque.

Per questo che ormai si sta sempre più parlando di marketing come ecosistema.
Le persone vanno su Facebook, poi escono ed entrano su Youtube.
Escono ancora e digitano magari qualche frase su Google e così via.

Qualsiasi cosa facciano i tuoi potenziali clienti che a te potrebbe interessare, tu devi essere presente in prima linea.
Devi diventare il N.1 del tuo settore, no?

Crea talmente tanti contenuti in talmente tanti posti virtuali diversi da far esclamare al tuo potenziale cliente “ok, mi hai convinto!”
Passiamo ora all’ultima regola della pubblicità per avvocati.

Regola N.3

Sii davvero presente su un punto di contatto alla volta.

Meglio essere Superman in un punto di contatto che Capitan Mutanda in tanti punti di contatto.

Il nostro consiglio è inizialmente quello di creare 7 ore di contenuto in un punto di contatto (es. 7 ore di video su Youtube).
Una volta creato 7 ore di contenuto all’interno di una piattaforma, passa ad un’altra piattaforma (magari crea un sito in ottica SEO).

Mi raccomando, non trascurare la piattaforma esistente per far posto alla piattaforma nuova.
La piattaforma nuova dovrà essere integrata con la piattaforma “vecchia”.

Lo so, ti capisco. Ora starai pensando: “cavolo, ma è un lavoro fare marketing!”
Hai proprio azzeccato. Fare marketing seriamente richiede determinazione, impegno e competenze.

Per questo che noi di PromozioneAvvocato.it abbiamo scelto di focalizzarci e di aiutare solo gli avvocati e non altri.
Se sei interessato a far pubblicità per il tuo studio legale contattaci pure.

Tipologie di Pubblicità su Internet

Esistono diverse tipologie di pubblicità su Internet.
Rispettate le regole per diventare un avvocato digitale, devi sapere quali sono i punti di contatto più importanti dove troverai il tuo pubblico.

E’ molto importante sapere quali sono i luoghi virtuali frequentati dal tuo pubblico, perché è lì che comunicherai.
Bene, quali sono quindi questi punti di contatto?

I punti di contatto più importanti si dividono in 2 macrocategorie:

  1. i Social Network
  2. i Motori di Ricerca

Social Network

Per quanto riguarda i social network, i più importanti sono Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter e Youtube.

Facebook è il social network più famoso e conosciuto nel mondo.
In questo articolo approfondiremo Facebook come social network, in particolare la pubblicità su Facebook per un avvocato.

Facebook è frequentato sia da privati che da aziende. In genere lo si usa per svagarsi e rilassarsi un po’.
E’ altre sì vero che anche un avvocato può creare contenuti interessanti e di valore, attirare l’attenzione e crearsi il suo pubblico su Facebook.

Pubblicità Avvocato su Facebook

pubblicità avvocato su facebook

Non sono solo importanti i contenuti, ma anche la pubblicità su Facebook è rilevante.
Perché puoi creare tutti i contenuti che vuoi ma se poi non li sponsorizzi la vedo dura che i tuoi “fan” la vedono.
Se poi non hai fan alla pagina, peggio ancora.

Soprattutto agli inizi, quello che devi fare è creare una base fan consistente.
Perché Facebook, che non è una cooperativa no-profit ma un’azienda che deve fare profitti e utili, vive grazie alla pubblicità delle aziende.

Senza gli investimenti in marketing che fanno le aziende all’interno di Facebook, esso morirebbe.
Quindi cosa fa Facebook? Fa sì che tu investa in pubblicità.
E come fa a incentivarti a fare ciò? Semplice, diminuisce la visibilità alle pagine Facebook che pubblicano post ma non li sponsorizzano.

Tornando alla base fan che ti devi costruisce, anche 1.000 like va bene, l’importante è che siano persone che davvero hanno messo “Mi Piace” alla tua pagina Facebook.
Quindi NON invitare i tuoi amici a mettere mi piace alla tua pagina Facebook. Non serve ed è inutile.

Quello che devi fare è creare contenuti interessanti e sponsorizzarli.
In parallelo creati la tua base fan di reali potenziai clienti.

Motori di Ricerca

Quando invece parliamo dei motori di ricerca parliamo del motore di ricerca n.1: Google

Google si divide anche lui in 2 aree:

  1. la Seo
  2. la pubblicità
SEO

Cos’è e perché un avvocato dovrebbe fare SEO?
La SEO è fondamentale se hai un sito web.

Un sito web senza essere ottimizzato SEO serve a poco a nulla.
E’ come avere un sito vetrina: un sito inutile.

Le persone su Google digitano delle parole o piccole frasi, giusto?
Ad esempio, un utente di Torino potrebbe digitare su Google “avvocato diritto fallimentare torino”.

Tu che sei un avvocato a Torino e ti occupi di diritto fallimentare.
Vorresti intercettare questa utente, giusto?

Ecco, l’attività che dovresti fare è appunto la SEO.
L’attività SEO quindi è l’attività che aiuta una pagina web specifica ad intercettare degli intenti di ricerca specifici che compiono gli utenti su Google.

Se sei un Avvocato devi assolutamente fare SEO.
Vuoi iniziare a farti finalmente trovare da utenti che digitano “parole chiave” che potrebbero interessare il tuo business?
Nessun problema, ti possiamo aiutare noi!

Pubblicità su Adwords per Avvocati ovvero la Pubblicità Su Google

Non so se ci hai mai fatto caso, ma se digiti su Google alcune parole chiave escono degli annunci sponsorizzati.
Ciò significa che alcune persone stanno pagando Google per far sì che siano in prima pagina per alcune parole chiave specifiche.

Se sei un avvocato è di vitale importante sapere:

  • per quali parole chiave ti vorresti posizionare su Google
  • capire se quelle parole chiave sono competitive o meno (e lo capisci digitando direttamente le parole chiave su Google).
  • se noti che ci sono degli annunci sponsorizzati, hai 4 opzioni:
    1. competi insieme a loro
    2. cambi parole chiave
    3. cerchi parole chiave più specifiche
    4. ti posizioni per parole chiave di tipo “informazionale”.

Un segreto molto potente per avere successo in Google Adwords (che ora si chiama Google Ads) è dividere le parole chiave informazionali da quelle commerciali.

Esempio?
“Avvocato penalista Roma” è commerciale mentre “problemi penali, come farsi aiutare” è informazionale.

Tendenzialmente le parole chiave di tipo commerciale sono più competitive di quelle informazionali.
Questo perché l’utente che digita parole chiave di tipo commerciale è in genere più vicino all’acquisto rispetto all’utente che digita su Google parole chiave di tipo informazionale.

Codice Deontologico Forense: Tutta la Verità

art 17 codice deontologico forense

Il codice deontologico forense, decreto Bersani sulla pubblicità per avvocati, illeciti disciplinari avvocati, art. 17 ecc ecc
Facciamo chiarezza!

Una volta c’era il problema della deontologia. E’ vero. Ma ora non c’è più.
Non temere avvocato, puoi tranquillamente farti pubblicità.
L’importante è che rispetti l’art. 17 e l’art. 35 del codice deontologico forense.

Art.17 Codice Deontologico Forense

Leggiamo insieme l’art.17 del codice deontologico forense:
“È consentita all’avvocato l’informazione sulla propria attività professionale, sull’organizzazione e struttura dello studio, sulle eventuali specializzazioni e titoli scientifici e professionali posseduti.
Le informazioni diffuse pubblicamente con qualunque mezzo, anche informatico, debbono essere trasparenti, veritiere, corrette, non equivoche, non ingannevoli, non denigratorie o suggestive e non comparative.
In ogni caso le informazioni offerte devono fare riferimento alla natura e ai limiti dell’obbligazione professionale.”

Avvocato puoi farti pubblicità, nel rispetto però della dignità e del decoro della professione conformandoti ai criteri di verità, correttezza, trasparenza, segretezza e riservatezza.
In buona sostanza evita promozioni ingannevoli, denigratorie e suggestive o che contengano riferimenti a titoli, funzioni o incarichi non inerenti l’attività professionale.

Penso che queste regole da rispettare siano anche normali e naturalmente corrette per un avvocato o qualsiasi attività professionale, non trovi?
Non divagare, non parlare male dei altri avvocati, vai dritto al punto.
Crea contenuti utili e interessanti per i tuoi potenziali clienti e promuovi questi contenuti.

Art. 35 Codice Deontologico Forense

L’art. 35 del codice deontologico forense ripete un po’ quello già scritto nell’art.17 del codice deontologico forense.
L’avvocato che dà informazioni sulla propria attività professionale deve rispettare i doveri di verità, correttezza, trasparenza, segretezza e riservatezza.
L’avvocato non deve dare informazioni comparative con gli altri avvocati.
Le informazioni non devono essere ingannevoli, denigratorie e suggestive rispettando i principi di dignità e decoro.

Niente di nuovo insomma.
L’avvocato può fare pubblicità, anzi deve fare pubblicità.

L’importante è che rispetti alcuni limiti, ma sono limiti che sono alla base del buon marketing.
Non aver terrore del codice deontologico forense.

Come puoi vedere anche tu, puoi sostanzialmente fare tutto quello che vuoi.
L’importante è rispettare alcuni parametri del “normale” quieto vivere.
Non dire falsità, rispetta gli altri, non denigrare nessuno.

Bene, questa lunga guida termina qui.

Ricapitoliamo gli step da seguire se sei un Avvocato e hai deciso di farti pubblicità come si deve sono:

  1. Specializzarsi in una nicchia libera nel mercato
  2. Fare pubblicità online utilizzando le 3 regole del sistema PromozioneAvvocato e comunicando la tua specializzazione
  3. Rispettare il Codice Deontologico Forense

Avvocato, è ora di farti conoscere, trovare clienti davvero interessati ai tuoi servizi e riempire l’agenda di clienti e fatturato.

E’ ora di dire basta ai clienti che non ti pagano.
Smettiamola di fare prezzi stracciati e di rincorrere il cliente.

Non te lo meriti. Sei un Avvocato, diamine.
Ti sei fatto un mazzo per diventare ciò che sei.
Non esiste che i clienti non riconoscono in te un valore, che sei obbligato a fare prezzi stracciati perché se no “vado da un altro avvocato” o peggio ancora, i clienti non pagano.
E ora di dire basta!

Se sei interessato a sapere qual è l’errore N.1 che compie circa il 90% degli Avvocati in Italia, clicca qui

Se invece sei interessato a parlare con noi, contattaci tranquillamente.

Facebook Comments
Pubblicità Avvocati: la Guida Definitiva

Potrebbe anche interessarti