Seo per Avvocati: 3 strategie infallibili

seo per avvocati

In questa guida parleremo di Seo per Avvocati e Studi Legali.
Ma che cos’è la Seo? Perché è così importante se sei un Avvocato?

SEO: che cos’è e perché è così importante per il tuo Studio Legale

L’attività SEO è l’attività con il quale il tuo sito (o le pagine del tuo sito) si posiziona su Google per una o più parole chiave di tuo interesse.
Esistono diverse strategie per posizionare in maniera efficace il tuo sito (e le pagine del tuo sito).

Check prima di partire

Aldilà della SEO, la prima cosa che dovresti andare a fare è posizionarti nel mercato come unico e rilevante nel mercato.

Posizionati!

E’ talmente importante che abbiamo creato un video-corso totalmente gratuito dove ti sveliamo l’Errore N.1 che commette circa il 90% degli Avvocati in Italia.

Capire per cosa vuoi essere ricordato fa davvero tutta la differenza del mondo.

Perché non puoi essere ricordato come Avvocato penalista, civilista e avvocato esperto in recupero crediti.
Devi scegliere.
Scegliere significa “tagliar via”.

Per cosa vuoi essere ricordato/a?
Il posizionamento è uno.
Il “ma faccio anche quello” non deve esistere.

Online si comunica una cosa ad un pubblico specifico di persone che hanno un bisogno specifico e dove vedevo in te la soluzione migliore.

PromozioneAvvocato.it

E Google ragiona nello stesso modo.
A proposito di Seo.. lo sai che è più facile posizionare in prima pagina un sito se parla di un argomento specifico piuttosto che di tanti argomenti?

Ma sì, parliamo di diritto penale, uno spruzzatina di diritto di famiglia e una spalmata di diritto fallimentare” cit
La frittata è davvero fatta ovvero il tuo sito non si posizionerà mai.
O meglio, potrebbe anche posizionarsi (forse), ma ci vorrà tanta, tanta (inutile) fatica.

Ricorda: l’avvocato coraggioso non è sciocco.
L’avvocato coraggioso è intelligente.

L’avvocato coraggioso non deve “lavorare sodo”.
L’avvocato coraggioso deve lavorare con intelligenza.

Solo così ti muoverai nella giungla chiamata rete.
Ti devi differenziare.

Chi si differenzia e agisce vincerà la guerra del marketing.
Quindi, per cosa vuoi essere ricordato? Qual è il tuo posizionamento?
Su cosa ti vuoi concentrare?

E’ così importante che lo diciamo in tutti i modi e in tutte le salse al costo anche di essere noiosi.
Repetitat iuvant dicevano i romani, mica scemi.

Il posizionamento non devi farlo tanto per fare un piacere ai clienti (anche se aiuta tantissimo comunicare ad un gruppo specifico di persone che hanno un bisogno specifico) ma soprattutto per fare un piacere a te stesso (e a Google)

Cosa comunicherai se il posizionamento non hai?

seo per studi legali

Prova ad immaginare che domani mattina ti svegli e vorresti fare un video e caricarlo sulla tua pagina Facebook.

Cosa comunico? Di quale argomento parlo oggi? Ehhmm

Non te la caverai mai così.
Hai talmente tante cose da dire che diventa difficile comunicare in maniera coerente, ripetitiva e soprattutto, efficace.

Individuando invece un argomento specifico non ci sono storie.
Sai di cosa parlare per i prossimi 10 anni.

Lo ripetiamo: il posizionamento è così importante che è il 1° pilastro del sistema PSM, il sistema creato da PromozioneAvvocato.
Puoi trovare la spiegazione dell’interno Sistema PSM all’interno del corso di marketing per Avvocati più completo d’Italia, LegalPro.

Individuando un argomento specifico, hai la possibilità di approfondire e sviscerare l’argomento.
Sei sicuro di te stesso perché mastichi bene l’argomento e la tua autostima aumenta drasticamente.

Vedo solo cose positive se ti posizioni correttamente. Non trovi?

Un avvocato esperto in una materia è un avvocato esperto, un avvocato esperto in tutte le materie non è esperto in nulla.

PromozioneAvvocato.it

Un avvocato generalista non è realmente esperto in nulla (perché i tuttologi non esistono) ma soprattutto non è percepito dai clienti come esperto in nulla.

Quindi ti stai tirando la zappa sui piedi 2 volte.
Una a te stesso e una ai tuoi clienti.

L’avvocato generalista non ha vita facile perché è confuso e fa confondere i suoi clienti che saranno clienti mal pagatori, che vorranno sempre lo sconto, rompiscatole.
Questo è l’identikit del cliente dell’avvocato generalista.

Devi attirare subito l’attenzione

Nel web hai 2/3 secondi per catturare l’attenzione del potenziale cliente.
Quindi ho parli di un determinato argomento o addio, l’hai perso.

Sul web devi individuare un pubblico specifico di persone che hanno un problema/desiderio specifico dove vedono in te la miglior soluzione a quel problema/desiderio.

PromozioneAvvocato.it

Quindi pensaci bene prima di essere un avvocato generalista.
Il segreto del successo è la specializzazione.

SEO per Avvocati: 3 strategie step by step

Se sei un avvocato ci sono diverse strategie per fare SEO.
Vediamo le 3 strategie infallibili!

Strategia N.1: l’analisi delle parole chiave

analisi delle parole chiave

Dal momento che mi voglio posizionare efficacemente nel mercato e voglio essere esperto in una tal materia, devo intercettare tutti quegli intenti di ricerca che le persone possono scrivere su Google.

Ma come faccio a sapere cosa scrive la gente?
Dove trovo tutte queste informazioni?

Ipotizziamo che tu sia un Avvocato esperto in recupero crediti a Roma.
Cosa potresti fare?
Potresti andare a vedere se ci sono ricerche del tipo “avvocato recupero crediti”, “avvocato recupero crediti Roma” oppure “come recuperare un credito

Devi capire se ci sono delle ricerche organiche.
Devi capire se ci sono delle persone che su Google scrivono le parole chiave che hai poc’anzi selezionato.

Ecco cosa devi fare (trovi tutto qui al minuto 08:30):

  • Iscriviti gratuitamente alla piattaforma di Google Ads
  • Una volta che ti sei iscritto/a, clicca sulla chiave inglese “strumenti e impostazioni” (la trovi in alto a destra)
  • Clicca su “strumento di pianificazione della parole chiave”
  • Clicca su “individua nuove parole chiave”
  • Inserisci alcune parole chiave che potrebbero interessarti (domandati: cosa potrebbe scrivere il mio potenziale cliente?) e clicca su “Risultati”

Questo strumento fantastico ti dà la possibilità di capire se:

  1. ci sono delle ricerche
  2. il volume di ricerche mensile per ogni singola parola chiave

Il resto per ora non ti interessa.
Quello che ti interessa sapere è se c’è mercato.

Se c’è mercato, evviva!
Puoi iniziare a fare attività SEO ovvero quell’attività per far sì che tu sia 1° pagina in Google con il tuo sito o una pagina interna al sito.

Esempio?
Prova a scrivere su Google “pubblicità avvocati” e vediamo chi trovi!
Chi vedi in 1° pagina? Ecco, anche noi di PromozioneAvvocato abbiamo fatto attività SEO per arrivare in cima.
La SEO per Avvocati non la utilizziamo solo per i nostri clienti, ma anche per noi stessi!

Diffida da chi chiacchiera ma non ti mostra i risultati!

Tornando alla pianificazione della parole chiave, un ultimo strumento che puoi capire è se ci sono delle ricerche nella tua zona.
Il pannello di Google Ads ti dà la possibilità di capire quante ricerche ci sono ogni mese non solo a livello nazionale, ma anche a livello regionale, provinciale e cittadino.

Vuoi capire se “avvocato penale” a Torino è una parola chiave ricercata?
Lo puoi fare!

Uno strumento fantastico non trovi?
Il marketing digitale è davvero pazzesco.

Strategia N.2: il menù del sito web ed il blog

seo avvocati

La 2° strategia che ti consiglio è, se hai ovviamente un sito web, di rivedere l’alberatura del tuo sito.
L’alberatura del tuo sito non è nient’altro che il menù.

Il sito web

Se sei un Avvocato e non hai un sito web, mi spiace, ma non esisti!
Per carità, potrai lavorare ancora di passaparola.
Ma per quanto? Hai i giorni contati, credimi.

Pensa nel medio/lungo termine.
Ricorda: immagina il tuo cliente con il cellulare in mano

PromozioneAvvocato.it

Sul sito web per Avvocati abbiamo scritto una guida completa dove ti svegliamo i 7 errori da non commettere.

Avere un sito web è di fondamentale importanza.
Lo sai che l’80% della aziende che falliscono nei primi 5 anni di vita non hanno un sito web?
Coincidenze?

Torniamo al menù del sito web.
La maggior parte dei menù dei siti degli Avvocati è composto da:

  • homepage
  • chi siamo
  • servizi
  • contatti
  • (raramente) blog o news

Ti svelo un segreto.
L’Homepage, in genere, dovrebbe posizionare la tua parola chiave principale.

Qual è la tua parola chiave principale?
Quella con più ricerche e in linea con il tuo business.

Se sei un Avvocato Penalista a Milano, in linea di massima, la tua Homepage dovrebbe posizionarsi per la parola chiave “avvocato penalista Milano”.

In genere, ma non è sempre così.
Quello che conta è il numero di ricerche medio mensili che trovi analizzando le parole chiave che ti interessano.

Posiziona la tua Homepage con la parole chiave che più si avvicina al tuo settore di appartenenza e che ha più ricerche medie mensili rispetto ad altre parole chiave.

PromozioneAvvocato.it

La pagina “Servizi” in genere dovrebbe aiutarti a rafforzare il tuo posizionamento e, perché no, posizionare quelle parole chiave più specifiche di tuo interesse.

Tenendo conto dell’esempio precedente, potremmo creare una sotto-pagina “diritto penale bianco” o “diritto penale internazionale” ecc.

Queste pagine andranno inserite all’interno del menù, nella voce “servizi”.
Ora è più chiaro a cosa serve un menù di un sito ottimizzato per la SEO?
L’obiettivo di un sito (e il suo menù) è farsi trovare dai tuoi potenziali clienti.

Ed il Blog?

Il blog è importantissimo per diversi motivi:

  1. crei autorevolezza
  2. ti fai conoscere diffondendo il verbo
  3. ti serve per generare traffico al sito, contatti e richieste di preventivo

Se con l’homepage e le pagine all’interno della categoria “servizi” mi sono posizionato per parole chiave più “secche” (come ad esempio “avvocato penalista Milano”), con il blog posso posizionarmi per tutte quelle parole chiave di tipo “informativo”.

Te lo spiego subito con un esempio, così sarà molto più chiaro.
Ipotizziamo che tu fossi un Avvocato esperto in diritto alimentare.

Ovviamente con la parole chiave “avvocato esperto in diritto alimentare” ottimizzerai la tua homepage che naturalmente dovrà parlare di questo.
Chi cerca queste parole chiave, sa già che ha bisogno di un avvocato, quindi il cliente è in un percorso d’acquisto già avanzato.

Ovviamente queste parole chiave possono essere più competitive.
Ci sono però tutta una serie di parole chiave di tipo “informativo” dove il potenziale cliente non sa di aver bisogno di un avvocato.
Devi spiegarglielo tu.
Devi renderlo tu consapevole che, se si farà aiutare da un avvocato, risolverà il suo problema.

Ed è proprio qui il segreto della SEO: rendere consapevole un potenziale cliente di aver bisogno di un Avvocato, di aver bisogno di te.
Una parola chiave di tipo informativo potrebbero essere “come difendersi dalla frodi alimentari” oppure “normativa sulle frodi alimentari”.

Il potenziale cliente, nella maggior parte dei casi, non sa di aver bisogno di un Avvocato per tutelare i suoi interessi.

Vuoi sapere un classico “percorso d’acquisto” che potrebbe fare il tuo cliente?

  1. Il potenziale cliente digita su Google “normativa sulle frodi alimentari”
  2. Trova un articolo di blog (il tuo) dove gli spiega per filo e per segno cos’è la normativa, come si applica, come difendersi dalla frodi alimentari ecc ecc.
  3. Leggendo l’articolo, il potenziale cliente è consapevole che, per risolvere i suoi problemi, ha bisogno di te.
  4. Ti chiama.
  5. Gli fissi un appuntamento.
  6. Diventa il cliente.

La SEO è potere.
Avvocato, sei farai SEO scientemente, vedrai che i risultati arriveranno come non mai.

Strategia N.3: continuità e link building

seo studi legali

Terza e ultima strategia è la continuità e la link building.

Continuità d’azione

Il marketing, lo dice la parola stessa, è composta da 2 parole:

  1. market (mercato)
  2. –ing (continuità).

Visto e considerato che la SEO è a tutti gli effetti un’attività di marketing, questo significa che, se vuoi vedere dei risultati veri, bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare in modo continuativo.

Non è che che vai a lavorare 1 giorno si e 4 no, corretto?
Ecco, il marketing è la stessa cosa, è lavoro.

Quando si fa attività di SEO (ma anche più in generare attività di marketing) non bisogna mollare dopo un mese, bisogna persistere con tenacia e determinazione.

I primi risultati della SEO si vedono dopo mesi.

Link Building

Come fa a capire Google se meriti la 1° pagina o la 10°?
Si basa su diversi fattori (chiamati “fattori di ranking”).

Un fattore di ranking incide circa il 35% (ma secondo noi anche di più) sul posizionamento del tuo sito (o di alcune tue pagine web) per una o più parole chiave con il quale ti vuoi posizionare
Quindi è di estrema importanza fare attività di link building.

La link building significa autorevolezza e come tale, essa va costruita nel tempo.

La link building (in italiano, costruzione di link) è l’attività con il quale si chiede a dei siti (a breve vediamo quali) di linkare il tuo (o alcune pagine interne al tuo sito).

PromozioneAvvocato.it

Più il tuo sito viene linkato, più il tuo sito diventa autorevole (in particolare agli occhi di Google).
Più il tuo sito agli occhi di Google è autorevole, più il tuo sito avrà possibilità di posizionarsi.

Il 35% delle possibilità di arrivare in cima deriva da una corretta strategia di link building.

Però bisogna fare attenzione ad una cosa ed essere molto sinceri su questo.
La link building gratuita (specie all’inizio) non esiste.

Te la devi costruire. Per questo che noi di PromozioneAvvocato consigliamo d’investire almeno 150/200€ al mese in link building (almeno per i primi 4/6 mesi).

Il lavoro che bisogna andare a fare è il seguente:

  1. individuare dei siti ospitanti che abbiamo un’autorevolezza interessante (a breve vedremo come si misura l’autorevolezze di un sito)
  2. individuare siti che siano in linea con il tuo settore (quindi se sei un Avvocato settori come assicurazioni, economia, finanza, diritto potrebbero andare bene)

Ma come si misura l’autorevolezza di un sito?
Ricevere un link da un sito tossico è dannoso perché ogni volta che il tuo sito riceve un link da un altro sito, quest’ultimo riceve anche parte dell’autorevolezza del sito linkante.
Autorevolezza che può essere positiva o non.

Ecco perché la link building è importantissima per posizionarsi in Google in maniera efficace per le parole chiave di tuo interesse.
Quando ricevi un link, Google lo sa e si accorge chi è che ti ha linkato, quale pagina ti sta linkando ecc

Per scremare siti di qualità, oltre ad essere siti inerenti la tua categoria, devono avere un’autorità interessante.

Ti consigliamo prima di tutto di (trovi il tutorial cliccando qui, al minuto 20:26):

  • Scaricare l’estensione di Moz in Google Chrome
  • Una volta che hai scaricato l’estensione e ti sei registrato/a con tua email e password, dovrebbe comparirti la “M” di Moz in alto a destra all’interno di Google Chrome.
  • Vai all’interno del sito dove vorresti ricevere il link e clicca la “M” di Moz (quella che trovi in alto a Destra all’interno di Google Chrome).
  • Una volta fatto ciò, in alto, dovrebbero comparirti 2 valori: DA e PA

DA sta per Domain Authority (in italiano Autorità del Dominio) e PA sta per Page Authority (in italiano Autorità della Pagina).

Il valore che a noi interessa è la DA ovvero l’autorità del dominio in questione.
Il sito che dovrà linkare il tuo sito (o una pagina dello stesso) dovrà avere una DA almeno di 2.

Una DA meno di 2 potrebbe essere un problema perché ti sta linkando un sito con un’autorevolezza molto bassa.
E siccome la link building ha come obiettivo quello di passare l’autorevolezza da un sito ad un altro, se il sito che ti linka non ha autorevolezza stai perdendo tempo e soldi.

Non solo, questo potrebbe anche penalizzare il tuo sito web.

Ricapitolando:

  • fai link building dedicando un budget compreso tra i 150/200€ al mese
  • screma i siti che abbiano un’autorevolezza (DA) almeno di 2 e che siano in linea con i tuoi argomenti principali

Se la DA è importante, la categoria del sito che ti linka è fondamentale.
Può linkarti qualche sito generalista, come Il Corriere della Sera.
L’importante è che la maggior parte dei siti che ti linkeranno saranno siti in linea con la tua categoria (quindi siti/portali/blog che parlano di economia, diritto, finanza ecc).

Un ultimo consiglio che ti vogliamo svelare è che la DA dovrebbe essere migliore della tua tua.
Se il tuo sito ha una DA di 10 e ti linka un sito che ha una DA di 20, bene!
Se il tuo sito ha una DA di 10 e ti linka un sito che ha una DA di 4, assicurati almeno che sia in linea con il tuo settore.

Sennò lascia perdere.
In estrema sintesi, fatti linkare da:

  • siti con una DA con un punteggio di almeno 2 punti
  • siti che siano per la maggior parte inerenti la tua categoria (80% specifici, 20% generalisti)

Conclusioni: la SEO è l’arma vincente del web marketing

web marketing per avvocati

Non di solo SEO vivrà il tuo sito.
Se sei interessato a creare uno Studio Legale di Successo iscriviti a LegalPro, il corso di marketing per Avvocati più completo d’Italia.
Se invece vuoi imparare l’arte di comunicare e promuoverti in maniera efficace su Facebook, il corso più indicato è FacebookLaw.

La SEO è di sicuro l’arma davvero potente e utilizzata ancora troppo poco dagli Avvocati italiani.

Ricordati sempre che aldilà della SEO, quello che devi andare a fare è creare contenuti che siano utili e di valore per le persone.

Ad esempio, questa guida è lunga quasi 3.000 parole (e non è la più lunga).
Abbiamo scritto la Guida più corposa d’Italia sul marketing per Avvocati e sulla pubblicità per Avvocati.
Ma non è importante tanto la lunghezza del tuo articolo, quanto la qualità e il valore che dai.

E’ ovvio che se scrivi tanto (e magari spieghi tutto con un video) si presuppone che tu stia scrivendo informazioni utili.
Scrivi prima alle persone che per Google.

Google apprezza i contenuti che apprezzano le persone.
La fonte sono le persone.

Scrivi per le persone, i tuoi potenziali clienti.
Utilizza la SEO per avvocati come arma vincente all’interno della tua strategia di digital marketing.
E vedrai che i clienti arriveranno di conseguenza.

Commenti Facebook
Condividi questo articolo
Torna su